7.000 anni di storia

Andrete indietro nel tempo scoprendo le varie ere che hanno modellato il passato e il presente di Gozo.La sotira di Gozo è assolutamente incredibile e aspetta di essere scoperta

 

L’isola fu abitata per la prima volta attorno al 5000 a.c da genti ritenute provenienti dalla Sicilia, in questa epoca vennero eretti i magnifici templi neolitici di Gozo.Nei millenni successivi Gozo è stata patria di varie civiltà agrarie e costruttrici di templi , fino ai Fenici che arrivarono attorno al 700 a.c

L’impero Romani portò prosperità e la Cristianità sull’isola e , a quel tempo , Gozo aveva un governo separato da Malta.Questo periodo lasciò le sue tracce sull’isola , cosi come fece secoli più tardi la dominazione araba, a quei tempi risale il termine Ghawdex (il termine maltese per Gozo) , giunto attraverso la storia sino ad’oggi.

Nel 1530 sia Malta che Gozo furono consegnate ai Cavalieri di S.Giovanni , che costruirono molti edifici chiave, fortificati contro gli attacchi esterni.L’impero Britannico tra il 1800 e il 1964 , segno’ l’ultimo capitolo della storia dell’isola prima del raggiungimento dell’indipendenza , nel mezzo , c’è state la dominazione francese con l’impero di Napoleone.

Attualmente Gozo come parte dell’arcipelago maltese è membro della UE.I visitatori nell’isola possono rivivere la sua incredibile storia grazie alla cucina, l’architettura , la lingua e molteplici spettacoli.

in questo senso da vedere assolutamente sono il videodocumentario a 360° che viene mostrato ogni ora nelle vicinanze della città fortificata di Victoria , e lo spettacolo che d’estate viene fatto nella piazza di Xaghra, dove ogni sera per circa mezz’ora i ragazzi e i bambini del luogo , ripercorrono attraverso balli e coreografie , tutta la storia dell’Isola.

Archeologia

L’affascinante storia di Gozo è letteralmente scolpita nella roccia grazie alla moltitudine di tesori archeologici che sono stati rivenuti nei secoli.Si ritiene che i primi abitanti dell’isola risalgano al 5.000 a.c circa, quando lasciarono la Sicilia per stabilirsi nella caverne del nord ovest.

Le rovine di questa epoca includono i templi megalitici di Gigantia, riconosciuti come una delle struttura autoportanti più antiche al mondo.Oggi è possibile visitare il sito di questi templi camminandovi attorno e apprenderne la storia presso il centro Visitatori.

Se i templi stuzzicano il vostro interesse , vi sono ancora altri siti archeologici, in questo senso , da non perdere il Museo Archeologico della Cittadella (Victoria) e il Masso Circolare di Xaghra , anche le impressionanti fortificazioni attorno alla CIttadella , costruite nel 17° secolo per garantire la sicurezza dei cittadini, meritano senza dubbio una visita.

 

 

Post Your Comment Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *